0
0
0
s2sdefault

Ieri pomeriggio scorrendo i post sul gruppo Facebook Operatori Mercatino dell'Usato, scopro che viene invitato un giovane simpatico e capace e però praticamente da come hanno confezionato la trasmissione sembrava lo sfigato di turno, perchè laureato, con master.... si è ridotto ad aprire un mercatino dell'usato.

Prendo carta e penna, anzi dita e tastiera e scrivo un messaggio alla pagina Fb di Porta a Porta esprimendo tutto il mio disappunto per come è stato tagliato e cucito il servizio riguardante il destino di questo bravo giovane. Mi hanno risposto in brevissimo tempo dicendomi che loro non intendevano dare questa sensazione ma volevano far capire come la vita possa cambiare radicalmente per un giovane che ha fatto tanti sacrifici per studiare e va a fare qualcos'altro per cui non si era preparato.

Questo è il testo integrale del messaggio spedito alla redazione della trasmissione Porta a Porta.

Spettabile redazione di Porta a Porta, Mi chiamo Alberto Cicotto sono un proprietario di un mercatino dell'usato a Cagliari dal nome Usato & Co. sono venuto a conoscenza che avete parlato dei mercatini dell'usato nella trasmissione del 4 aprile.

Volevo manifestarvi tutto il mio rammarico e disappunto per il taglio negativo dato al servizio, perchè da come avete parlato, sembrava che il lavoro di aprirsi un mercatino dell'usato fosse un lavoro più degradante di quello di aprire una ditta di pompe funebri.

Premetto che ogni lavoro ha la sua dignità, stiamo parlando tra persone adulte per cui si da per scontato che è un concetto di cui siamo tutti a conoscenza, non potete parlare cosi negativamente del nostro lavoro perchè noi rimettiamo in circolo cose, oggetti o mobili che diversamente non avendo trovato collocazione sarebbero finiti all'isola ecologica, pertanto noi diamo una mano all'ambiente, evitando di intasare le discariche, poi diamo una mano all'economia proponendo articoli che proprio perchè usati sono venduti ad un prezzo più che conveniente e di questi tempi di magra per le famiglie è una mano santa, inoltre permettiamo a chi ci porta le sue cose di ricavare un discreto gruzzoletto e anche questo fattore non è da trascurare di questi tempi. Con la presente le chiedo cortesemente di rettificare pubblicamente nelle prossime trasmissioni che il mercatino dell'usato è un lavoro come un'altro anzi forse piu' importante di tanti altri, ci sono piu' di 10 mercatini dell'usato tra Cagliari e dintorni se fosse l'ultima spiaggia come avete dettoi avrebbero aperto cosi tanti? non penso. Pertanto con la presente le chiedo di rettificare in una trasmissione prossima che è un lavoro di aprirsi un mercatino dell'usato è un lavoro con la sua dignità come tutti gli altri lavori, lo dovete a tutti gli operatori dell'usato che le garantisco sono tantissimi in tutta Italia e sopratutto lo dovete alle centinaia e centinaia di clienti che mensilmente affollano i nostri punti vendita.
Restando in attesa di una Vs comunicazione sulla data in cui effettuerete la rettifica, Vi invio i miei piu' cordiali saluti
ALBERTO CICOTTO
SOCIO AMMINISTRATORE DI MIRAL SNC
NOME COMMERCIALE "USATO & CO."
VIA CARLO BAUDI DI VESME 51
09121 - CAGLIARI
P.IVA 03133600928
SITO WEB www.usatoco.it
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abbiamo 54 visitatori e nessun utente online